Storia della Cassa Rurale di Castagneto Carducci e del movimento cattolico castagnetano, di Giacomo Pantani

Europolis editing, 2012

 

Scheda libro. 1

Primo risvolto. 1

L'autore. 1

 

Scheda libro

Titolo: Storia della Cassa Rurale di Castagneto Carducci e del movimento cattolico castagnetano

Autore: Giacomo Pantani

Editore: Europolis editing

Formato: 21X29

Pagine: 176

Anno di pubblicazione: 2012

Prezzo di copertina: Ç 10,00

ISBN: 978-88-87977-40-0

Primo risvolto

L'opera parte da una ricostruzione storica del movimento delle casse rurali in Italia, dalle origini alle soglie del periodo fascista, soffermandosi in particolare sul cattolicesimo sociale e sull'Opera dei Congressi. Si passa quindi al livello locale che viene introdotto tratteggiando la storia di Castagneto tra Ottocento e Novecento ed approfondendo le vicende storiche che hanno dato vita ad una particolare struttura sociale della comunitÓ castagnetana, caratterizzata dalla forte presenza di un ceto di piccoli proprietari terrieri nato da una parziale assegnazione dei terreni feudali a seguito dei moti del 1848. Su queste basi si svilupp˛ un movimento cattolico castagnetano che, a partire dalle compagnie religiose cinquecentesche, arriva alla Confraternita della Misericordia ed al fiorire dei circoli cattolici di fine Ottocento. Ma fu dal Circolo Cattolico "Religione e Patria" che nel 1910 nacque la Cassa Rurale, pienamente inquadrabile nel modello storico tipizzato dallo storico Cafaro sia per quanto riguarda la composizione sociale dei suoi fondatori e dei suoi successivi amministratori, sia per i forti legami con la chiesa locale. Fu infatti il parroco don Celestino Agostini, figura centrale dell'attivismo cattolico castagnetano dei primi del Novecento, a farsi promotore "spirituale" della Cassa Rurale nella quale assunse importanti incarichi dirigenziali. Il libro prosegue con le vicende della Cassa Rurale di Castagneto fino all'avvento del fascismo, per poi introdurre il capitolo riguardante quest'ultimo periodo con una disamina della politica fascista nei confronti delle Casse Rurali. Quindi, dopo un approfondimento biografico sulla figura di Ugo Pantani, presidente della Cassa Rurale dall'avvento del fascismo al primo dopoguerra, si arriva all'ultimo capitolo dove si parla pi¨ diffusamente dei primi decenni del dopo guerra per arrivare, sfumando, allo sviluppo avuto negli ultimi decenni dalla Banca di Credito Cooperativo di Castagneto Carducci, ormai realtÓ consolidata nell'area che va da Livorno fino a Follonica, con filiali ramificate in tutti i paesi della costa livornese e in alcune localitÓ dell'entroterra.

L'autore

Giacomo Pantani, nato a Campiglia Marittima (Livorno), due lauree (Economia e Scienze politiche) vive e lavora come libero professionista a Castagneto Carducci (Livorno). L'amore per la musica e per il suo paese lo porta a studiare la storia locale e a scrivere, nel 2002, assieme a Luciano Bezzini, la Storia della Filarmonica Comunale di Castagneto Carducci. Nel 2005 esce il suo libro Storia della Misericordia di Cecina, nel 2009 la Storia della Misericordia di Castagneto Carducci e nel 2012 la Storia della Cassa Rurale di Castagneto Carducci e del movimento cattolico castagnetano.