Arenzano (Genova) accoglie la danza in un festival diretto da Patrizia Capassi

Una sei giorni per dar modo alle nuove generazioni di seguire le celebri orme di chi li ha preceduti

Renata Calderini, Stephane Fournial e Oleg Vinogradov, i premiati

Renata Calderini.

Arenzano è una cittadina in provincia di Genova con i mari ed i monti a cornice. Undicimila abitanti con migliaia e migliaia di ballerine e ballerini che in ventitré anni si sono avvicendati in un immaginifico abbraccio con Tersicore all'insegna di "Arenzano in Danza".

Diretto da Patrizia Campassi, il Festival della Danza della Liguria quest'anno corre veloce verso i sei giorni intensi, dal 2 al 7 luglio 2018, per premiare i grandi nomi della danza e del balletto internazionale nella serata di gran galà di sabato 7 luglio e, al contempo, incentivare i tanti giovani presenti a ripercorrerne le celebri orme.

I premiati della XXIII edizione saranno l'étoile Renata Calderini, il direttore della Scuola di Ballo del Teatro di San Carlo di Napoli Stephane Fournial, qui Premio "DanzArenzano Arte", il Premio alla Carriera 2018 Oleg Vinogradov e poi ancora l'ex ballerino televisivo Stefano Forti, qui Premio "DanzArenzano Media Show", e la demi solista del Teatro dell'Opera di Vienna Elena Bottaro scelta invece quale Premio "Excellent Dancers Grand Prix".

Stephane Fournial.

Donne ed uomini scelti dalla direttrice artistica Patrizia Campassi per arricchire il palmares del festival, spulciando l'amarcord di queste ventitré estati ricordando Carla Fracci, Amedeo Amodio, Anna Maria Prina, Vladimir Derevianko, Georghe Jancu, Frédéric Olivieri, Luciana Savignano, Marco Pierin, Anna Razzi, Giuseppe Picone, Petra Conti, Paola Cantalupo, Sabrina Brazzo e quest'anno Renata Calderini, Stephane Fournial ed Oleg Vinogradov. Patrizia Campassi aggiunge:

Arenzano in Danza 2.0, già palcoscenico d’eccezione da un bel po' di anni, è sempre stato punto di incontro tra giovani promesse della danza e artisti di fama internazionale per studiare, ballare e crescere, conferma la sua vocazione ampliando la sua proposta di momenti di scambio culturale, didattico, artistico, emotivo ed espressivo, grazie ad un programma più articolato che vedrà il suo sviluppo in diversi momenti dell’anno, o contemporaneamente in diverse città e location.

Del resto le tre anime del festival restano sempre le stesse: lo stage, la competizione della XVIII edizione del Premio Concorso "DanzArenzano Giovani" e la serata di gran galà del 7 luglio sul palco dell'Arena estiva del centro storico di Arenzano. Con lo stage, pietra miliare della formazione a tutto tondo, garantita ai tanti partecipanti per restare in forma e, soprattutto, mettersi in bella mostra in vista del concorso, sotto gli occhi dei nomi salienti accorsi ad Arenzano. E così ecco che Renata Calderini (classico e repertorio), Lara Bogni (contemporaneo), Marco Pierin (tecnica maschile e pas de deux), Stefano Forti (modern) e la stessa direttrice artistica Patrizia Campassi (propedeutica e corsi accademici) saranno il banco di prova propedeutico al palcoscenico delle verità, quello che al Premio Concorso "DanzArenzano Giovani" metterà in palio numerose e prestigiose borse di studio elargite ai migliori talenti di questa diciottesima edizione di "DanzArenzano Giovani" dalla Jeoffrey Ballet School, dalla Maratona d'Estate di Paestum, dal Festival Contest di Tula, dal Bucarest Dance Festival, dallo Skopje Open Macedonia e dall'AIDA di Marisa Caprara.

Oleg Vinogradov.

Ma da chi sarà composta la commissione scelta da Patrizia Campassi? Oleg Vinogradov, Stephane Fournial e Renata Calderini, affiancati per l'occasione da Paolo Londi, Stefano Forti e Domenico Matrone, rappresenteranno la cartina al tornasole del momento della danza in quel di Arenzano, con l'esperienza quasi venticinquennale del festival al cospetto di un futuro sempre più difficoltoso. Ma in questa corsa ad ostacoli, Patrizia Campassi ha voluto dotare le giovani generazioni di un nuovo strumento associativo, ovvero il Circuito Danza Scuole Insieme CDSI in collaborazione con il Centro Sportivo Italiano CSI. La direttrice artistica della manifestazione chiude:

Per le scuole di danza che partecipano ad “Arenzano in Danza” sarà infatti possibile aderire gratuitamente agli appuntamenti formativi del Circuito Danza Scuole Insieme CDSI per l'anno accademico 2018-2019 con Work Shop formativi giuridico-fiscali inerenti la nuova finanziaria, il Corso di certificazione gratuito, rivolto agli insegnanti, inerente l’adeguamento normativo e le condizioni agevolate per Work Shop di approfondimento e stage per gli allievi delle loro scuole nonché per tutti i progetti di contaminazione artistica. Suggerisco tuttavia di leggere le pagine del sito www.arenzanoindanza.it per raccogliere informazioni sulla manifestazione e sul CDSI.

La fonte ufficiale cui rivolgersi per qualsiasi informazione o per verificare eventuali cambiamenti di programma è www.arenzanoindanza.it.

Il portale http://www.morfoedro.it/ non è da ritenersi responsabile per cambiamenti di programma, per errori di stampa od omissioni di qualsiasi tipo e per il contenuto dei siti esterni accessibili tramite collegamenti forniti come semplice servizio agli utenti della rete.