Gloria Chiappani Rodichevski

© Foto Alexandre Rodichevski

Gloria Chiappani Rodichevski è nata e risiede in provincia di Monza e Brianza.

È laureata in Lingue e letterature straniere moderne e iscritta all'Albo Professionale dei Giornalisti.

Attiva in campo culturale e artistico, attraverso la sua attività giornalistica si occupa soprattutto di spettacoli, d'arte e di cultura.

È fondatrice e direttrice del portale d’arte e di cultura www.morfoedro.it.

 

Il suo impegno nel campo della danza l'ha portata a:

  • recensire spettacoli e a intervistare ballerini, coreografi, direttori artistici e maestri collaboratori, tra i quali Carla Fracci, Anna Razzi, Luciana Savignano, Luciano Cannito, Vladimir Derevianko, Giorgio Madia, Frédéric Olivieri, Vladimir Vasiliev
  • realizzare in Morfoedro una sezione ("Tersicorosofie") e tre "Speciali", dedicati ‑ questi ultimi ‑ al Teatro alla Scala di Milano, al Teatro Massimo di Palermo e alla danza a Napoli e dintorni
  • realizzare il progetto I Piccoli Danzatori del Teatro Massimo leggono, in collaborazione con l'Ufficio Affari Generali del teatro palermitano (http://www.morfoedro.it/doc.php?n=1001&lang=it)
  • dedicare, a Vladimir Derevianko, Volodia, libro cult delle Edizioni Pulcinoelefante
  • realizzare la mostra poetico-fotografica itinerante Sussurri poetici per Vladimir Derevianko
  • creare una partnership con il fotografo e architetto italiano Simone Ghera, per le edizioni berlinese e londinese della mostra "Dancer inside" (2012-2013) (http://www.morfoedro.it/doc.php?n=1726&lang=it
    e http://www.morfoedro.it/doc.php?n=1758&lang=it).

Il suo coinvolgimento nell'arte fotografica l'ha spinta a recensire mostre e festival e a intervistare fotografi di spicco, tra i quali il fotografo di Marilyn Monroe e delle celebrità: Douglas Kirkland; il fotografo di Alda Merini: Giuliano Grittini; inoltre: Gabriele Basilico, Mimmo Jodice, Rafael Navarro, Juan Travnik, Katharina Mouratidi, Pierpaolo Mittica e altri.

Ha coniugato i suoi interessi per danza e fotografia pubblicando due libri:

  • il saggio L'Effimero in posa (2008), sul fotografo di danza Alessio Buccafusca, con introduzione di Vittoria Ottolenghi. Il volume gode del patrocinio del Real Teatro San Carlo di Napoli
  • il saggio in lingua italiana e inglese Passi di bellezza – Beauty in Steps (2011), incentrato sulla figura del primo ballerino Giovanni Di Palma, con fotografie di Felix Aarts. Il volume gode, tra gli altri, del patrocinio dell'Accademia Nazionale di Danza di Roma – Istituto di Alta Cultura e contiene uno scritto di Reijiro Tsumura, attore Noh.

 

Ha al suo attivo pubblicazioni in prosa e in poesia su testate, in antologie, in CD e in volume. Tra queste ultime: Volto dietro la foschia (2003), I miei li chiamava passi (2003), Poi si spegne la follia e viene notte (2003), Cronografie (2004), A Vera che ha (2005), Vergini sono i semi del vento (2005), L'Effimero in posa (2008), Volodia (2010), Passi di bellezza – Beauty in Steps (2011). Con Alexandre Rodichevski ha pubblicato per le Edizioni Pulcinoelefante Nove pittogrammi cinesi (2011) e I funamboli smarriti di John Giallo (2016): musica di Alexandre Rodichevski e versi suoi.

 

Volodia e Nove pittogrammi cinesi sono state prese in considerazione in una tesi di laurea discussa presso l'Università degli Studi di Milano - corso di Laurea magistrale in Lettere Moderne, a. a. 2010-2011.

L'Effimero in posa e Passi di bellezza – Beauty in Steps sono stati presi in considerazione in una tesi di diploma discussa presso la Scuola di DanzaMovimentoTerapia (accreditata APID) del Centro di Formazione nelle Artiterapie di Lecco nel 2013.

I funamboli smarriti di John Giallo ha partecipato alla mostra 7 "Pulcini" per Stradivari presso Casa Stradivari a Cremona (2016). L'evento è stato ideato da Antonia Stradivari ‑ discendente del liutaio cremonese, di cui porta, al femminile, il nome ‑ per celebrare il 269° anniversario della morte dell'illustre antenato (http://www.morfoedro.it/doc.php?n=1832&lang=it).

 

La sua poesia è stata fatta oggetto di:

  • interpretazione musicale e recitata dall'attore e giornalista radio-televisivo Giulio Cappa. Il risultato di questa sinergia artistica è un CD che ha visto la luce nel 2005: Vergini sono i semi del vento;
  • interpretazione coreografica. Alcune sue liriche hanno ispirato il coreografo di esperienza internazionale Andrea Cagnetti, che le ha fatte danzare durante lo spettacolo finale dello stage internazionale Danser ensemble – Danzare insieme, organizzato nel 2008 dall'Associazione parigina Les Baladines a Borgo Cardigliano di Specchia (Lecce);
  • in più occasioni interpretazione DanzaMovimentoTerapeutica, anche alla presenza dell'arpista Vincenzo Zitello;
  • una lezione al Politecnico di Milano, Dipartimento di architettura e pianificazione, dal titolo "Strutturare l'ispirazione";
  • due lezioni multimediali al Liceo delle Scienze Applicate dell'ITIS "E. Fermi" di Desio (Monza e Brianza), dal titolo "Poetare la musica";
  • dialogo nell'ambito del festival multidisciplinare "Be happening" di Milano, organizzato da ALA Accademia Linguaggi dell’Anima in collaborazione con Marcella Fanzaga;
  • récital plurilingue;
  • letture drammatizzate;
  • trasmissioni radiofoniche e televisive;
  • performance;
  • percorsi esperienziali;
  • 28 mostre personali.

Ha allestito le seguenti mostre poetiche personali:

  • Pittura ha incontrato Poesia. Nel 2008, presso l'antica manifattura di tabacco di Borgo Cardigliano di Specchia (Lecce), ha esposto le liriche che le sono state ispirate dai quadri dell'architetto salentino Antonio Capestro, in mostra assieme alle liriche;
  • Tempi. Nel 2009, in ambito DanzaMovimentoTerapeutico, ha esposto scritti poetici sul tema del tempo, tratti da proprie opere.

Ha inoltre allestito le seguenti mostre poetico-fotografiche:

- con poesie sue, fotografie sue e di Alexandre Rodichevski:

  • PoesiePoemsPoèmes. Nel 2009, in occasione dell'incontro esperienziale Con la poesia dentro, primo di una serie da lei tenuta sul rapporto emozione artistica e benessere.

- con poesie e fotografie sue:

  • Mosse di luce. Nel 2009, in occasione del secondo incontro esperienziale La vittoria di luce, dove è avvenuta la presentazione interattiva di una sua opera multimediale inedita.
  • Mostra itinerante Sussurri poetici per Vladimir Derevianko. Nata nel 2010, in occasione delle celebrazioni della Giornata internazionale della danza. In quell’ambito sono stati presentati i volumi L'Effimero in posa e Volodia. Per ogni tappa della mostra vengono creati uno o più eventi-performance che giocano sulla sinergia dei linguaggi artistici. Fino ad ora la mostra ha percorso quattro tappe: Villa Erba Odescalchi Scotti a Bovisio Masciago (Monza e Brianza), studiofluido a Seregno (Monza e Brianza), Abbazia benedettina del Santo Salvatore a San Salvatore Telesino (Benevento) e Villa Tittoni Traversi a Desio (Monza e Brianza).
  • Colori poetici su gesti, mostra poetico-fotografica bilingue (italiano e russo). Nel 2010, collegata alla performance di danza e poesia Ora è danza, ora è poesia, che ha tenuto con il gruppo di danza contemporanea Oraè.
  • Tua. Nel 2011, sul rapporto fra il sentimento più antico, l'amore, e la bevanda più ricca di suggestioni, il tè.
  • Un poeta in cammino. Nel 2011, in occasione delle celebrazioni della Giornata Mondiale della Poesia. I pannelli della mostra sono stati esposti in 15 luoghi dislocati in una cittadina canadese e in sei italiane.
  • Donna innamorata. Nel 2011, nell'ambito della serata al femminile "Sfinge senza segreti!" a cura di Arden Luogo del possibile, circolo culturale e artistico.
  • 5+1 sensi. Mostra poetico-fotografica in sei luoghi fra Brianza e Milano. Nel 2011. La mostra racconta i cinque sensi e quello della giustizia ed è stata allestita a Milano e in cinque luoghi della provincia di Monza e Brianza.
  • Sensi. Nel 2012 e nel 2014 in Brianza. È un'edizione ridotta della mostra poetico-fotografica 5+1 sensi. La mostra è stata inserita nel progetto Donne a centro della scena (promosso dall'Associazione Culturale Teatrando e sostenuto dalla Fondazione della Comunità di Monza e Brianza).
  • Respirami di sguardi. Nel 2012 in Brianza. Racconta le varie sfaccettature dell'amore.
  • Auscultazioni. La mostra è stata allestita nel 2013 e nel 2014 in svariate occasioni. Nel 2013 è stata esposta: nell'ambito di due serate sul tema "Violenza sulle donne: dalle molestie al femminicidio", a cura dell'associazione culturale Binario 8 – Vittuone, con il patrocinio del Comune di Vittuone (Milano); in occasione della rappresentazione teatrale Delicate acque a cura di Teatrando produzioni, in Brianza. Nel 2014 è stata inserita nel progetto Donne a centro della scena e allestita in tre luoghi della Brianza.

Ha inoltre allestito le seguenti mostre poetico-pittoriche:

  • Due quadri al mese. Ogni mese, a partire dal giugno 2012, vengono esposti nella vetrina di una torrefazione di Desio (Monza e Brianza) due quadri che trattano tematiche varie. I quadri esposti nel mese di giugno e di luglio hanno raccontato i bisogni interiori.
  • Violenze. La mostra è stata allestita nel 2013 e nel 2014 in svariate occasioni. Nel 2013 è stata esposta: nell'ambito di due serate sul tema "Violenza sulle donne: dalle molestie al femminicidio", a cura dell'associazione culturale Binario 8 – Vittuone, con il patrocinio del Comune di Vittuone (Milano); in occasione della rappresentazione teatrale Delicate acque a cura di Teatrando produzioni, in Brianza. Nel 2014 è stata inserita nel progetto Donne a centro della scena e allestita in tre luoghi della Brianza.

Con la sua poesia ha interpretato l'opera di musicisti di fama internazionale come gli arpisti Floraleda Sacchi, in occasione dell'uscita del CD Decca Minimal Harp, nel 2008, (http://www.morfoedro.it/doc.php?n=1379&lang=it) e Vincenzo Zitello al quale, in occasione di un suo giro di concerti, ha dedicato una silloge (http://www.morfoedro.it/doc.php?n=1415&lang=it), che è stata presentata nel 2009 interattivamente, in ambito DanzaMovimentoTerapeutico, alla presenza del dedicatario. A Zitello ha anche dedicato alcuni pannelli della mostra 5+1 sensi e, per l'occasione, l'arpista ha tenuto un concerto nella galleria d'arte che ha ospitato una delle tappe della mostra 5+1 sensi.

Ha anche interpretato poeticamente il singolo musicale Nove pittogrammi cinesi di Alexandre Rodichevski: il connubio ha dato vita al libro omonimo, citato.

Con la sua poesia ha inoltre interpretato la danza di alcuni ballerini, tra cui Luciana Savignano e Vladimir Derevianko. A quest'ultimo ha dedicato il libro Volodia (http://www.morfoedro.it/doc.php?n=1497&lang=it) e la mostra Sussurri poetici per Vladimir Derevianko (http://www.morfoedro.it/doc.php?n=1501&lang=it).

Nel 2013 ha creato il progetto artistico I pertugi, di cui detiene la direzione e la realizzazione. Il progetto poggia sulla sinergia fra linguaggi artistici e consiste nella creazione di plaquette d’artista fatte a mano, numerate, prodotte in un numero limitato di esemplari, ognuno dei quali numerato. Il progetto e le prime trenta plaquette sono stati presentati nel mese di novembre 2013 presso il laboratorio di restauro di Adriano Lampugnani, nel cuore della Brianza. Nel mese di giugno 2015 il progetto e le 249 plaquette create fino ad allora sono stati fatti oggetto di un evento in Brianza, alla presenza di alcuni fra gli artisti che hanno realizzato le plaquette de I pertugi. Fino ad ora sono stati realizzati 454 titoli per un totale di 1606 esemplari.

La sua opera in prosa, in poesia e multimediale è stata promossa anche attraverso trasmissioni radiofoniche, televisive, tavole rotonde interdisciplinari, incontri, conferenze-récital e spettacoli al "Salone del Libro di Torino", a "Danza in fiera" di Firenze, a "Roma in danza – International Dance Expo", al "Pisa Book Festival", alla "Fiera del libro" di Francoforte, in tutta Italia e oltreoceano.

Tra i suoi inediti si annoverano opere teatrali, raccolte di racconti, di prose varie, di poesia (testuale, visiva, sperimentale), opere multimediali (poesia, musica, immagine, danza, recitazione).

Contatti: gloria.chiappani@morfoedro.it.